spam-wordpressNon serve nemmeno dirlo ma lo spam è diventato un vero incubo per tutti i blogger. Proprio ieri sera parlando con un’amica a cui ho installato Wordpres pochi giorni fa (è proprio alle prime armi come blogger), mi diceva tutta contenta che una persona aveva già commentato un suo post…per farla breve l’ho delusa all’istante confermandole che altro non si trattava che di Spam (che bastardo che sono ma a volte mi vengono spontanee… scusami Silvia) vabbè ci abbiamo bevuto sopra 🙂

Mi ricordo la disavventura di Marco di alcuni mesi fa, che puoi leggere in questo post Combattiamo lo Spam nei commenti del nostro blog che non si sa per quale motivo è stato addirittura inserito nella lista nera di Akismet.

Il problema

Come saprete i commenti spam arrivano da due fonti principali:

  • automatizzati tramite bot, oramai talmente evoluti da inserire commenti targhetizzati in base all’argomento trattato nella pagina o nel sito.
  • gli spammatori umani, che cercano siti affini o ad alto traffico per linkare il loro sito

Le soluzioni?

Più o meno quelle che ti aspettavi di sentire, se usato correttamente Akismet fa il suo lavoro egregiamente ma dobbiamo aiutare anche noi questo progetto…come?
Semplicemente marcando come spam i commenti sospetti, è l’unico modo per poter aiutare concretamente Akismet a popolare e filtrare i suoi database attraverso l’aiuto di tutti gli  utenti di WordPress.
Altro sistema è l’inserimento di CAPTCHA nei commenti che purtroppo può bloccare i bot ma non i nostri spammatori umani.

Matt Mullenweg e il suo team di  continuano incessantemente il loro processo di raccolta dati provenienti dallo spam nei commenti di ogni utente Akismet cercando di creare dei filtri di prevenzione.

Aiutali anche tu nel tuo piccolo a proteggere i siti dallo spam nei commenti.

E tu come ti difendi dallo spam?